RECENSIONE Teresa Mannino ‘Sono nata il ventitré ‘ Teatro Ambra Jovinelli 

RECENSIONE 
È stato bello vedere una donna che stimo dal vivo, ho visto una comedian. 

‘Sono nata il ventitré’ è un collage di ottimi pezzi di Teresa Mannino 

Un solo in scena costante.         

 Sin dall’inizio c’è una totale rottura della quarta parete, via gli schemi parliamo col pubblico, mettiamolo a proprio agio.

E chi viene interpellato si fa coinvolgere grazie alla cortesia della padrona di casa.

Attorno c’è Palermo, ancor prima che Teresa Mannino ci accompagni nella descrizione della scenografia, la vedi Palermo, attorno a lei, e dietro la porta dove passa Santa Rosalia una notte di luglio.

Una unione di ricordi, di commenti, di vita privata e pubblica.

Il tutto avvolto da quella preziosa meridionalità che rende tutto unico ed elegante.

Ridere è la certezza.

Teresa Mannino è la certezza

Per Roma a Teatro Laura Mauti @lauramauti 
Grazie al prezioso Ufficio stampa Maya Amenduni 

Grazie a Teatro Ambra Jovinelli  

Annunci