TEATRO TOR BELLA MONACA 16-18 maggio ‘Angelica’ di e con Andrea Cosentino

ANGELICA

di e con Andrea Cosentino

Andrea Cosentino

Prosegue il tutto esaurito al Teatro Torbella Monaca, dallo scorso aprile entrato a pieno regime nell’attività del Sistema Casa dei Teatri e della Drammaturgia contemporanea, istituito da Dino Gasperini Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale e gestito da Zètema Progetto Cultura con la direzione di Emanuela Giordano. Ampliare l’interesse e il numero di presenze in teatro, coinvolgendo le associazioni, le scuole e le l’università e i cittadini tutti, questa l’intenzione del direttore artistico Alessandro Benvenuti e del direttore organizzativo Filippo d’Alessio, per fare del Teatro Tor Bella Monaca un luogo di cultura alla portata di tutti. “Quello che ci richiede l’oggi con drammatica urgenza – sostiene il direttore artistico Alessandro Benvenuti – è attivarci con tutte le nostre forze, competenze, affetto, volontà, per fare, pur nei nostri limiti, attraverso un lavoro a più cervelli, dei tentativi di produrre delle eccellenze. Per noi stessi, per chiunque si è fidato di noi e per chi ci scoprirà incontrandoci, noi dovremmo costituire una novità vitale, una piacevole sorpresa, un incoraggiamento al fare bene”.
Dal 16 al 18 maggio sarà in scena Andrea Cosentino con lo spettacolo “Angelica”, per la regia di Andrea Virgilio Franceschi. Dopo “Andromaca” e “L’Asino Albino” Andrea Cosentino ci consegna la sua prova più matura in “Angelica”, riflessione dolceamara sulla morte nella società contemporanea che la televisione spettacolarizza ma che ognuno di noi vive poi indifeso alla propria maniera. Il racconto di Cosentino, come il ricordo della vita passata, si spezza di continuo, entra in personaggi immaginati e reali, ci consegna elaborazioni intellettuali sulla concezione del tempo, si misura con gli eroi della televisione demistificandola con un uso irriverente di oggetti e pupazzi. Una troupe che sceglie di girare uno sceneggiato televisivo in una casa di un quartiere popolare romano; un’attrice – Angelica appunto – che continua a recitare la propria morte, fino allo sfinimento. Ciò che si ripete in teatro ci fa ridere. Perché è il passato che pretende di ritornare come niente fosse. La trama è quella dello sceneggiato ricostruito in scena senza ausili tecnologici, ma utilizzando la cornice vuota di ciò che fu un televisore, e parrucche e primi piani e piani interi e bambole e pezzi di oggetti e dettagli di corpi. Si tratta innanzitutto di mimare con la povertà di mezzi scenici la povertà di un linguaggio. Farsi doppio parodico del linguaggio del racconto televisivo.
TEATRO TOR BELLA MONACA
via Bruno Cirino, all’angolo di viale Duilio Cambellotti con via di Tor Bella Monaca
Info e prenotazioni
Prenotazioni: tel 06 2010579
Botteghino: feriali ore 18-21.30, festivi ore 15-18.30
Ufficio promozione: ore 10-13.30 e 14.30-19 promozione@teatrotorbellamonaca.it
http://www.teatrotorbellamonaca.ithttp://www.casadeiteatri.roma.it
Biglietti
intero 10 euro, ridotto 8 euro
Orario Spettacoli
dal martedì al sabato ore 21,00; Domenica ore 18,00

Annunci