SEQUESTRO ALL’ITALIANA al PICCOLO ELISEO – PATRONI GRIFFI

PROGETTO PUGLIA IN SCENA PO Fesr Puglia 2007_12 – Regione Puglia – Teatro Pubblico Pugliese

Dal 24 al 29 GENNAIO

Teatri Abitati, residenze teatrali in Puglia – in coproduzione con Comune di Andria –

in collaborazione con Festival Castel dei Mondi

TEATRO MINIMO

SEQUESTRO ALL’ITALIANA
Testo finalista al Premio Riccione per il Teatro 2009

di Michele Santeramo – regia Michele Sinisi – con Vittorio Continelli e Michele Sinisi – scene , luci e costumi Michelangelo Campanale – direttore di scena Nicola Cambionetecnico audio- luci Francesco Minuti – suoni a silent place – comunicazione artefatti adp – organizzazione e cura del progetto Antonella Papeo

“Solo le conseguenze dei fatti rendono un teatro vivo”.
E. De Filippo

Sequestro all’Italiana è la storia di un fallimento: volevamo lavorare sul “candore” e siamo arrivati a mettere in scena il suo opposto.

Pur partendo da un fatto realmente accaduto, non tentiamo una descrizione dell’attualità, che è troppo veloce perché uno spettacolo teatrale possa starle dietro. Il tentativo è di mettere in scena i tipi umani da cui scaturisce questa attualità, sempre diversa nei suoi esiti, ma determinata da vizi antichi.

Si può fare qualunque cosa, macchiarsi di qualunque crimine, ma basta poi convocare una televisione, per dire “chiedo scusa” in primo piano. Ve lo ricordate, no? Un uomo entra in una scuola materna e sequestra una classe di bambini perché vuole assolutamente parlare col sindaco. Non ha parlato con lui, ma ha rilasciato un’intervista.

Far qualcosa “all’italiana” significa, come ci viene quotidianamente detto, scambiare la furbizia per intelligenza? Far diventare il vizio una virtù?

Come al solito, guardiamo al particolare per tentare uno sguardo sul tutto. Partiamo dal fatto locale per descrivere un comportamento, un bisogno, una necessità, che sono riscontrabili ovunque.

La nostra è la messa in scena di un sequestro. All’italiana però. La coppia di maschi di questa storia ha deciso ed è stata indotta ad essere protagonista di un fatto di cronaca significativo: tengono in ostaggio una classe in un aula di una scuola. È una farsa. E forse è questo il problema.

Orario spettacolo: FERIALI 20.45 – FESTIVI 17.00
posto unico 15 euro, ridotto 10 euro. Acquistando insieme i quattro spettacoli di PUGLIA IN SCENA 7,50 euro a spettacolo“

BOTTEGHINO
Teatro Piccolo Eliseo Patroni Griffi – via Nazionale, 193 – Roma
Orario botteghino: ore 9.30 – 15.00 | 15.30 – 20.45 | lunedì chiuso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...